Torta Pavlova

Torta Pavlova 2014-09-22 5,0 stelle in base a 1 recensioni.

Torta Pavlova CakePur non amando le meringhe, che ho sempre giudicato troppo dure e troppo dolci, nelle mie infinite contraddizioni ho voluto questa torta per il mio compleanno. La Pavlova, diventata famosa grazie a Masterchef Australia, mi aveva colpito per la sua eleganza, ma davvero mai avrei pensato di volerla assaggiare (tanto meno fare), si sa che a volte troppi pregiudizi ci trattengono dallo sperimentare e provare cose nuove, anche quando sono così belle. Poi qualche tempo fa mi sono ritrovata a parlarne con Kristina, che aveva deciso di farla, e il suo entusiasmo nel raccontarmi quanto le fosse venuta bella, golosa e leggera mi ha incuriosita. Da lì il passo è stato breve e, nonostante l’incognito della “novità” (mai fatta e mai assaggiata!), ho cercato la ricetta “perfetta”, che ovviamente è quella di Donna Hay! Insomma questa torta è riuscita davvero a stupirmi, incredibilmente deliziosa con una leggerissima crosta all’esterno e un cuore di marshmallow all’interno.

Ingredienti:

150 ml di albumi (circa 4)
220 g di zucchero semolato extrafine (io ne ho messo “solo” 180 gr – causa timore dell’extra dolce)
16 g di amido di mais
10 ml di aceto bianco/aceto di mele (sostituibile con 2 cucchiaini di cremor tartaro)
1 cucchiaino di estratto di vaniglia (io non l’ho messo)
250 ml di panna fresca
frutta fresca per decorare (io ho messo kiwi e mirtilli)

 

Iniziare col separare i tuorli dagli albumi. E’ molto importante che siano a temperatura ambiente perchè pare che questo aiuti a dare una maggiore stabilità alla meringa.

Preriscaldare il forno a 150°.

Montare gli albumi a neve a velocità sostenuta e aggiungere pian piano lo zucchero, un cucchiaio alla volta, fino ad ottenere una meringa stabile e lucida.

Aggiungere l’amido di mais e infine irrorare con l’aceto.

Su un foglio di carta forno disegnare il contorno di una teglia da circa 20cm di diametro e poi posizionarlo (ovviamente sottosopra!) sulla leccarda del forno. A questo punto disporvi la meringa cercando di stare nei bordi aiutandosi con una palettina o con un cucchiaio in silicone. Non deve essere perfetta perchè la bellezza e l’eleganza della pavlova derivano proprio dalla sua forma irregolare.

Prima di infornare abbassare la temperatura del forno a 120° C e cuocere la meringa in forno statico per 1 ora e 20 minuti. A tempo ultimato lasciar raffreddare completamente la meringa in forno socchiuso.

Attenzione a non sottovalutare la fase di raffreddamento, pare che la meringa odi gli shock termici quindi è meglio essere prudenti prima di tirarla fuori dal forno e aspettare che si sia raffreddata completamente prima di staccarla e trasferirla su un vassoio da portata.

Decorare la pavlova con panna montata e frutta fresca, meglio se aspra per contrastare la dolcezza zuccherina della meringa.

Topping decorazione torta pavlova cake




     


Articoli simili:
Sweet Cecilia: soffici cuoricini al profumo di mandorla
Plumcake fragola e limone
Apple Pie (la torta di Nonna Papera)
Cheesecake al cioccolato
Plumcake pere, cereali e cioccolato



LASCIA UN MESSAGGIO