Pizza dolce di Pasqua della tradizione di Antrodoco

Pizza dolce di Pasqua della tradizione di Antrodoco 2013-03-29 5,0 stelle in base a 1 recensioni.

pizza di pasqua di anna e matildeMancano soltanto due giorni e sarà arrivata la Pasqua. Ieri sera ho ricevuto da Annalisa il dono speciale di una ricetta preziosa, un rito irrinunciabile della tradizione dell’alto Lazio. La ricetta è quella della Pizza dolce di Pasqua. Mi ha raccontato la storia e mi sono emozionata. Le donne di un tempo facevano la veglia di notte in attesa della lievitazione. Le pizze da cuocere occupavano distese e distese di tavole e venivano trasportate sul capo nel tragitto per andare a cuocerle al forno del paese. Sull’impasto finale prima di dividerlo si faceva una grande croce e si recitava una preghiera. “Capirai che qui in paese ogni donna ha la sua ricetta ereditata. Questa è quella della mia mamma Anna, ereditata da sua mamma Matilde” mi ha detto. L’ho gradita moltissimo e mi ha scaldato il cuore. Le ho chiesto se potevo pubblicarla perché trovo che sia bellissimo rivivere e condividere le tradizioni nei periodi di festa, lo considero un immenso privilegio. Ci aiuta a ristabilire un contatto con le nostre radici, con la nostra famiglia e con le persone che amiamo. Adesso non resta che prepararla per “viverla” nei suoi profumi e nei suoi sapori. Qui riporto la ricetta esattamente come mi è stata data (senza cambiare neppure una virgola!) e ringrazio di cuore Annalisa, anche per le note preziose sulla “pasta lievita” e per questi scatti stupendi, e ancora Anna e Matilde che da anni con generosità celebrano una tradizione artigianale così antica e squisita. Buona Pasqua a tutti!!!

INGREDIENTI:

6 uova, 3 etti di zucchero, 3 etti di pasta lievita, 25 grammi di lievito di birra, 125 gr di strutto, 1 bicchiere di latte, limone, cannella, frutta candita, uva passa, anice, arancia, estratti aroma.

Come fare:

Preparare la pasta lievita metterla a lievitare per 1h.
Montare uova e zucchero, aggiungere la pasta lievita e il lievito di birra sciolto nel latte tiepido, aggiungere strutto e tutti gli aromi e i canditi prima tagliati a dadini. Aggiungere farina che raccoglie fino ad ottenere un impasto consistente ma morbido.
Lasciare riposare l’impasto fino a quando non sarà raddoppiato di volume. Rimuovere l’impasto e metterlo in un soletto (testo) da forno alto, precedentemente unto con lo strutto. Mettere in forno riscaldato, a 160°. Cuocere per circa 1h, a metà cottura coprire il dolce con carta da forno e far proseguire la cottura.

Glassa di decorazione: 1 albume, 1etto di zucchero a velo, succo di mezzo limone. MONTARE insieme fino a far diventare il composto bianco neve e consistente.

La “pasta lievita” è come quella per pizza e pane. Quindi: 6 etti di farina, 250 cl di acqua tiepida, 50 gr di lievito di birra, un pizzico di sale e una patata lessa. Disporre la farina a fontana e mettere gli ingredienti al centro, ovvero il lievito sciolto nell’acqua, il sale e la patata schiacciata. Amalgamare il tutto fino ad ottenere una palla elastica. Lasciare a riposare fino a quando non sará raddoppiato di volume.

Le dosi indicate sono per una o due pizze, dipende dal contenitore. In genere si pesa l’impasto finale e se sono 3 kg se ne possono fare due.

Una variante per chi non ama canditi e uvetta: sostituire con le gocce di cioccolato.

pizze pasquali di anna e matilde




     


Articoli simili:



LASCIA UN MESSAGGIO