20150425-1816.52_DAM_0127Il nome di questa torta vi sembra complicato? Eheehee non sono riuscita a trovare il suo corrispettivo in italiano, ma in altre parole parliamo della torta che tradizionalmente si fa per rivelare e festeggiare il sesso di un bimbo/una bimba che sta per nascere… Certo “tradizionalmente” non in Italia e, a raccontarvela bene bene, questa torta andrebbe preparata all’insaputa dei futuri genitori per far sì che la sorpresa sia prima di tutto per loro e diventi anche l’occasione per realizzare un party vero e proprio con gli amici e i parenti più cari con i quali condividere l’immensa gioia per chi nascerà. E allora come fare? Quando si va a fare l’ecografia si chiede al medico di scrivere e inserire in una busta chiusa (a scanso di tentazioni) il sesso del bimbo da consegnare poi al pasticcere o direttamente a chi preparerà la torta… Leggi tutto…

Polpettine di tonnoHo scoperto queste polpettine deliziose a cena con le amiche e da allora di tanto in tanto mi vien voglia di prepararle. Un piatto nuovo mi incuriosisce sempre, se poi lo gusto in ottima compagnia il più delle volte finisco con l’adorarlo! Queste polpette sono davvero facili facili da preparare e, anche con poco tempo a disposizione, si può realizzare una cenetta con i fiocchi con ingredienti che si hanno quasi sempre già in casa! I semi di sesamo fanno bene e si abbinano perfettamente con questa ricetta ma, se preferite, le polpettine saranno gradevolissime anche con i poppies, ovvero i tradizionali semi di papavero. L’ideale è preparare anche qualche salsina di accompagnamento. Ottimo l’hummus a base di ceci oppure si può improvvisare anche una salsa a base di fagioli borlotti, scalogno, un pizzico di sale, un filo d’olio evo, sedano e pomodoro.

Leggi tutto…

Torta Pavlova

Torta Pavlova CakePur non amando le meringhe, che ho sempre giudicato troppo dure e troppo dolci, nelle mie infinite contraddizioni ho voluto questa torta per il mio compleanno. La Pavlova, diventata famosa grazie a Masterchef Australia, mi aveva colpito per la sua eleganza, ma davvero mai avrei pensato di volerla assaggiare (tanto meno fare), si sa che a volte troppi pregiudizi ci trattengono dallo sperimentare e provare cose nuove, anche quando sono così belle. Poi qualche tempo fa mi sono ritrovata a parlarne con Kristina, che aveva deciso di farla, e il suo entusiasmo nel raccontarmi quanto le fosse venuta bella, golosa e leggera mi ha incuriosita. Da lì il passo è stato breve e, nonostante l’incognito della “novità” (mai fatta e mai assaggiata!), ho cercato la ricetta “perfetta”, che ovviamente è quella di Donna Hay! Insomma questa torta è riuscita davvero a stupirmi, incredibilmente deliziosa con una leggerissima crosta all’esterno e un cuore di marshmallow all’interno.

Leggi tutto…

tea-cupcake alla violettaEhm ehm dove eravamo rimasti? Siamo arrivati a luglio e pensando a qualche ricetta in cantiere da provare e a quelle ancora da raccontare, mi sono venuti in mente questi deliziosi cupcake alla violetta che, dopotutto, non hanno temperature o stagioni preferite. Li ho preparati qualche settimana fa gustandoli con una tazza di tè Fauchon profumato alla violetta e fragoline di bosco. Sprigionano un aroma dolce e inebriante ed è bastato decorarli con un fiorellino di zucchero per renderli irresistibilmente eleganti. La ricetta per preparare l’impasto dei cupcake è la stessa di quelli alla vaniglia con l’aggiunta dell’aroma di violetta, la quale è molto delicata e si abbina meglio con i sapori gentili. Con i cupcake non riesco a smettere e sono felice così.

  Leggi tutto…

red velvet cupcakeIl red velvet è il mio cupcake preferito! Il suo pan di spagna è rosso e cioccolatoso, il frosting è golosissimo al philadelphia (e mascarpone). Un abbinamento di colori e sapori semplicemente sublime sia agli occhi che al palato! Qualche giorno fa ho trovato per caso questa foto e mi sono accorta di non averne mai parlato! Questi meravigliosi cupcake li avevo preparati in occasione del tea-party per il mio compleanno, per il quale mi è stata regalata anche l’alzatina che li dispone in un’elegante forma piramidale. Un lampone per aggiungere un tocco di freschezza oppure una leggera neige di cocco per renderli ancor più profumati.

Leggi tutto…

budino fragole e vanigliaErano così rosse e profumate che non ho saputo resistere. Quest’anno la primavera è arrivata con almeno un mese di anticipo, ce lo dice in continuazione la tv e ce lo confermano le allergie, ma soprattutto il banco dell’ortofrutta già da un mesetto ha iniziato a esporre frutta e verdura tipicamente primaverili e soprattutto loro: le fragole! Nonostante sia molto scettica a comprarle “fuori tempo”, come sapete alle fragole non so proprio resistere e quest’anno, confesso, le prime -buonissime- le ho mangiate già a fine febbraio, ma quella è un’altra torta… Sabato, invece, spinta anche dalla curiosità di provare il famigerato agar agar (finalmente l’ho trovato!) ho deciso di buttarmi nella prova di un delizioso budino di fragole e vaniglia, rigorosamente fatto in casa, morbido, profumato e fragoloso come piace a me! Strawberry fields forever…

Leggi tutto…

buttermilk scones panna e confettura biologica di fragoleHo assaggiato per la prima volta questi panetti strepitosi a Dublino. Di origini scozzesi, qualcuno mi ha detto che da quelle parti sono davvero eccezionali, tuttavia posso garantirvi che quelli che ho mangiato in Irlanda da Queen of Tarts mi hanno davvero conquistata! Ammetto che ne avevo già sentito parlare, ma fino ad allora li avevo del tutto ignorati. Se non li si ha mai assaggiati non è facile farsene un’idea. A vederli sembrano delle piccole brioche, ma in realtà basta romperne un pezzetto per capire subito che la loro consistenza è quasi una frolla. Non sono troppo dolci e per questo il must della degustazione è insieme a panna, burro e confettura di fragole (confermo!) con accanto una tazza di tè.  Sono riuscita a farli male per ben due volte prima di questo post… al terzo instancabile tentativo il merito è da attribuire alla ricetta giusta che, prima di rassegnarmi, ho trovato in questo blog e riporto più o meno testualmente con l’eccezione di qualche piccolo cambiamento apportato in corso d’opera. Da provare assolutamente!

muffin salati con zucca e salsicciaCome resistere alla dolcezza della zucca? E che dire di quell’arancione così caldo e corposo? Sono davvero felice di proporvi in versione muffin uno dei miei ingredienti autunnali preferiti. Se poi oltre alla zucca c’è anche la salsiccia il binomio diventa perfetto. Con la zucca, infatti, si sposano molto bene i sapori decisi e speziati che, una volta uniti, sprigionano profumi gentili e delicati. La ricetta è molto semplice e non richiede troppo tempo per la preparazione. Alle porte del Natale potrebbe essere un’idea carina anche per un brunch natalizio con gli amici. Bon appétit!

Leggi tutto…

biscotti viennesi al burroOgni domenica pomeriggio arriva puntualissima l’ora del tè. Da qualche settimana non riesco proprio a farne a meno perché una buona tazza di tè è la scusa ideale per condividere un pomeriggio autunnale a casa con gli amici più cari. No worries, ma solo chiacchiere spensierate e tanto relax. Abbinare la giusta pasticceria da tè, si sa che è una delle golosità più ricercate e, avendo un po’ di tempo a disposizione, si possono preparare per l’occasione dei biscottini strepitosi anche in casa… di quelli che non smetteresti mai di mangiare perché si sciolgono in bocca. In premessa c’è tanto burro, ma se si è in tanti si può sfuggire facilmente alla tentazione di mangiarne una quintalata e ci si può godere il binomio tè + biscottini viennesi in assoluta tranquillità.

Leggi tutto…

choco muffinsDolcetti fioriti come tortini per il mio compleanno. Fatti un po’ di corsa, ma senza trascurare né la qualità degli ingredienti né il lato estetico del gusto, entrambe orgogliose –condicio sine qua non- per la sottoscritta. Tutto iniziato dall’idea di mescolare un cremosissimo yogurt alla ciliegia con il gusto deciso del cioccolato fondente. E ancora dalla curiosità di provare una nuova farina pregiata, arricchita da 4 preziosi cereali (farro, segale, kamut ed enkir), per esaltare e ricordare una nota di antico nel sapore dei dolci. Buoni buoni buoni, morbidi e cioccolatosi, con un’aria a metà tra l’innocente bon ton di un fiorellino e l’audacia di una veste che ricorda il luna park. Perfetti per la mia festa. Vi assicuro anche per la loro praticità 😉

Leggi tutto…